CASA MIA     musica di Mauro Sabbione testo di Alessandro Mendini


as4.jpg (426564 byte)                        as2.jpg (458928 byte)                            as1.jpg (410382 byte)                        as3.jpg (448423 byte)

 

 

 

Nel 1984 composi ancora un brano Casa Mia scritto su una poesia dell’architetto Alessandro Mendini.  Fu pubblicato senza troppa convinzione dalla Ariston ma prodotta da Alchimia lo studio di Mendini in una compilation di 2000 copie col titolo Architettura Sussurrante col meglio della musica postmoderna colta, esposto e suonato al Museo d’arte moderna di New York (MOMA)

Scorrendo i titoli nella pagina centrale della retro cover, vi sono alcuni dei genii performatici che caratterizzeranno gli anni 80, Maurizio Marsico, Sandro lombardi, Federico Tiezzi, Marion D'Amburgo i famosi Magazzini Criminali,ma anche Marco Di Castri, Luca D.Mayer, Magda Guerriero, Davide O.Pandini e Carlo Mori

Estrema curiosità mantrica personale è la presenza come fonico dei Magazzini Criminali di Alberto Pirelli che diverrà da li' a poco il produttore dei Litfiba e grande amico mio. Il disco in vinile è rarissimo e molto prezioso, stampato in 2000 copie è la prima vera connessione fra generi diversi accaduta in Italia.

Il mitico pezzo casa mia cantato da Antonella e parlato da uno dei primi emulatori vocali chiamato SAM per Apple II computer, rappresenta sicuramente la strada che avremmo percorso in seguito, ma non fu inserito nel nuovo album Aristocratica, insieme a molti "scarti di Tango". Una curiosità, il pezzo lo composi primitivamente per un'altra produzione: un giorno Golzi arrivò in studio dicendo che aveva contatti con una major per la produzione italiana della colonna sonora di ET il film di Spielberg. Composi un'anteprima di Casa Mia proprio per quel film, ma poi lo utilizzammo per Alchimia.

Sarebbe stato sicuramente una delle colonne del nuovo album Hotel Mister Kappa (titolo del nuovo LP sostituito poi da Aristocratica) insieme ad altri brani che produssi in seguito nell'album Flowers, Passiflora Coerulea e Torri di Daima inserita successivamente in Saudade Che. Mia anche l'introduzione del pezzo Il treno blu che uscì in Giappone, firmato da un prestanome. Gli altri brani sarebbero stati Souvenir  e i famosi scarti che sono pezzi meravigliosi (uno cantato anche da Aldo) e che non vedranno mai la luce.

continua...

 

CASA MIA   testo di  Alessandro Mendini,  musica di Mauro Sabbione ,  voce Antonella Ruggero edizioni Ariston 1983

La casa ha il pavimento vischioso come il miele

la casa ha sempre una sedia per poterci lavorare

la casa nasconde sempre un terrorista

Casa mia casa mia per piccina che tu sia...

La casa ti permette di essere liberi solo al sabato mattina,

Oye ye ye  ye ye yo oya...

La casa è senza fantasia, la casa è senza ali, la casa è un punto immobile, mentre la vita fuori  s'agita,

La casa non è comoda non è un vestito perchè dentro non ci si sta bene nudi,

La casa ha sempre un telefono in grado di colpirci al cuore,

Casa mia casa mia per piccina che tu sia...

La casa non ha fantasia fantasia fantasia

Oye ye ye  ye ye yo oya...

La casa è senza fantasia, la casa è senza ali, la casa è un punto immobile, mentre la vita fuori  s'agita,

continua...

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Hit Counter