ESCHWEGE FESTIVAL (D) OPEN FLAIR                                                 


Lwf0.JPG (37685 byte)

Leo mi chiama una fredda mattina di gennaio parlandomi del progetto di una Carmen di Bizet un po' speciale, mi pone domande di carattere tecnico-musicale, e dice che mi farà sapere...questo è Leo.  

Passa una settimana, e ricevo la chiamata in perfetto tedesco dal direttore del coro lirico dell'opera di Kassel che si onora del fatto di avere come direttore d'orchestra un illustre musicista italiano della mia caratura e mi richiede via fax la partitura dell'opera di Bizet secondo la mia interpretazione. Da gennaio a giugno data di inizio del festival, riceverò 20 telefonate di aggiornamento e messa a punto della musica! Tedeschi pignoli e precisi... ja!

Eschwege cittadina tedesca ex confine DDR, dal nome impronunciabile è un'amena località della Germania centrale, prima abbandonata ai confini dell'impero e vicino alla frontiera con l'ex paese comunista (una striscia di 600 metri di larghezza senza neanche un albero) che acquista improvvisa fama con la caduta del muro, per il fatto di trovarsi su di una rotta preferita verso l'est. Come tutti i festival l'Open Flair avrà tendoni ed intrattenimenti di tutti i generi, dai madrigali, al teatro, al rock,ecc...

L'idea di Leo è favolosa: un'opera lirica che si snoda per la città, prima in corteo per raccogliere i cantanti, poi show finale davanti al municipio dove verrà offerta al sindaco la parte centrale dell'opera insieme ad altre cose... e qui scatta la mente diabolica Bassiana

Nell'allestimento ci aiuterà il grande scenografo francese Frank Herscher, realizzatore del bicentenario parigino, personale amico di Leo che comincerà 15 giorni prima a montare   le scenografie. Il trono mobile per esempio viene montato su di una torretta saldata su di una Audi 100 perfettamente funzionante e una delle mie postazioni, sarà la solita torretta di 15 metri a forma di piramide!.

Quando inizia il corteo, il mio compito è un'altro, cioè precedere il tutto vestito da security e scegliere i cantanti nascosti nelle attività della città, facendogli provare seduta stante. Ovviamente si innescano una serie di gag incredibili, gestite da Leo, tipo: in una pasticceria due cantanti escono con enormi bignè di crema ai quali viene dato un assalto totale, oppure in una austera banca viene portato via personale carico di marchi, falsi ovviamente, o in un negozio di moto due nerboruti escono dalle vetrine con due Harley e saranno praticamente i nostri Hell Angels!

Quando arriviamo davanti al comune, siamo ormai 4/5 mila persone! Io corro sulla palco e comincio l'overture e la famosa marcia iniziale, i cantanti si posizionano a tutte le finestre del palazzo, e tutta la folla come una sola voce canta insieme! Le moto Harley con il motore acceso ed un' accelerata a ritmo, scandiscono il tempo... il coro di 40 elementi sarà fantastico. 

La brava cantante sarà perfetta nella famosa Habanera (anche se cantata in tedesco) ed il sindaco anzi il borgomastro sarà raggiante... ma in agguato c'è Leo che riuscirà a convincere la folla, con una enorme torta di panna in mano, che il loro primo cittadino, dopo questo spettacolo, deve purificarsi dalle eventuali maldicenze ricevendo la torta in faccia! Avete presente un Rutelli o un Albertini o Bassolino ricevere una torta in faccia davanti alla popolazione?...questa è la forza di Leo Bassi!.

 

 

Eschwegw flauto.JPG (39756 byte)

Eschwegw sindaco.JPG (40019 byte)

Eschwegw carmen.JPG (39033 byte)

Eschewege folla.JPG (62703 byte)