TOUR TANGO 1983

 


 

12 FEB SAN GREGORIO (CT)
13 FEB CATANIA
14 FEB MESSINA
15 FEB COMISO )RG)
10 MAR LIVORNO
11 MAR CASNIGO (BG)
16 MAR SALZANO (VE)
17 MAR SALE (AL)
18 MAR VALDENGO (VC)
19 MAR LUNI (SP)
20 MAR CORNUDA (TV)
23 MAR GROSSETO
24 MAR CAVALLERMAGGIORE (CN)
25 MAR SASSUOLO (MO)
26 MAR LIVORNO ACC. NAVALE
27 MAR PERGINE (TN)
28 MAR MILANO

 

Le prove vengono svolte al teatro di Lainate (MI) perchè l'allestimento tecnico e sceno grafico curato da più persone residenti a Milano risulta essere problematico.

Le scene disegnate dall'architetto Alessandro Mendini, sono realizzate su vere tele da pittura, e soprattutto devono essere appese alla americana.

Gli strumenti musicali quasi non ci sono. Un fabbro realizza il supporto per la DMX Oberheim di Golzi e per il mio computer, Alpha Synthauri più un monitor. Via amplificatori, cavi, tamburi, tutto è essenziale, tutto è postmoderno.

Per la fonica di sala, diamo via 30.000 watt Lem, poderosi negli anni 70, in cambio di 10.000 watt JBL gelidi e colorati del grigio Tango (ce ne saremmo pentiti in seguito). Noi vestiamo Valentino, come Sanremo, anche versione estiva, vestiti pagati cari come il sangue, perchè l'esoso stilista si rifiuta di sponsorizzare.

Un altro problema è la multivisione, cioè il sincronismo di sei diaproiettori che devono intercalare la scaletta ogni tre brani.

Curata monacalmente da Marrale, dal costo proibito, sarà una grandissima novità per l' Italia e soprattutto nei teatri un grande momento di magia scenica commentata in diretta da due attori Cinzia Bauci e Roberto Spagnoli.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

29 MAR VILLACELLA (RE)
30 MAR GENOVA
  1 APR LUGO (RA)
  2 APR CONCORDIA (MO)
  3 APR MACERATA
  4 APR MAGLIANO T. (AP)
  5 APR ROMA
  7 APR TORINO
  8 APR CHIESINA UZZ. (PT)
  9 APR ELLERA UMBRA (PG)
10 APR SARMATO (PC)
12 APR PIUMAZZO (MO)
13 APR FIRENZE
23 APR TARANTO
24 APR ORTANOVA (FG)
25 APR COSENZA
29 APR SAN MARINO
30 APR CASARZA (PN)

Alla fine l'allestimento scenotecnico costerà più di 50 milioni dell'epoca, ma le date dopo il festival cominciano a piovere da ogni dove.

Ufficialmente il tour inizia il 12 febbraio a Valverde (CT) ma la prima vera data, anzi gala, risulterà essere Livorno al Teatro Gran Guardia il 10 marzo. 

Nel frattempo giriamo come trottole fra televisioni, servizi foto, interviste, prove, il nostro momento era giunto e non ce lo saremmo lasciati scappare!

L'inizio del concerto, curato sempre da Golzi, contiene arie d'operetta famose, soprattutto Il paese dei campanelli.

La sfilata dei personaggi, musicisti, tecnici, attori, è assai divertente, per noi e per il pubblico. Calde ovazioni in tutte le città, ma solo nei teatri con posti a sedere, si concretizza il vero progetto postmoderno cioè l'interazione delle varie discipline.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Il brano iniziale è il mio Bambini di poi cantata con voce esile da una raggiante Antonella. Ogni tre brani irrompe la multivisione storia di due personaggi kafkiani immersi in scenari postmoderni, interpretati da Roberto Spagnoli e Cinzia Bauci (che lavora ancora oggi con me).

La scaletta si snoda fra BPL e Tango, con interessanti soluzioni sceniche. In Che canzone è il vocoder viene usato dal fonico in sala, in Tango nel fango, Giancarlo  lascia la pedana e balla con Antonella, in Elettrochoc ci blocchiamo spesso mentre luci strobo irrompono sulla scena, durante la multivisione anch'io mi diletto ad improvvisare arie liriche conosciute o colonne sonore, insomma tutto è in funzione del rapporto musica-teatro.

Lo spettacolo affascina giornalisti che non si erano mai e dico mai minimamente posti il problema dell'esistenza dei MB, scrivendo recensioni epocali ed interviste eclettiche.

In diversi concerti spuntano anche stilisti, ricordo l'affetto e la stima di Enrico Coveri a Firenze, di Federico Fellini a Roma, ma anche quella di Roberto Benigni  di Renzo Arbore, Modugno, Villa, Baudo, Carrà e tanti altri. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Anche molti registi tv fanno a gara per averci (tenendo presente che nessun video ufficiale promozionale era stato girato). 

Con Piccio Raffanini realizziamo Il video sono io in tre giorni per andare al Myfest di Rimini dove vincerà il primo premio e diventerà sigla finale di Domenica in per tre mesi.

Anche il Telegatto per il video a Vota la voce a Bologna viene conquistato nel 1983.

Ricordo anche diversi registi di teatro, allora d'avanguardia, che proponevano nuovi spazi mai concessi alla musica pop.

Uno su tutti Roberto Cimetta, scomparso da molti anni, ideatore del Festival di Polverigi (AN) insieme a Velia Papa. Con lui ideammo uno spettacolo che fu fatto credo nell'84 quando non ero più presente nei MB. Mi inviterà nell'87 con il mio gruppo Melodrama.

Il 1 settembre partimmo per il Canada, per la solita Chin International Radio di Johnny Lombardi, dove effettuammo quattro concerti a Toronto Wonderland  parco giochi. Questa volta la popolarità era alle stelle, grazie a Sanremo, quindi potevamo proporre il nostro show postmoderno.

La cosa curiosa è che suonammo al pomeriggio davanti a 60.000 persone nel parco giochi in contemporanea con altri mega concerti: David Bowie, Supertramp, Van Halen e Culture Club!  

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Io e Aldo riuscimmo, grazie ai nostri pass, a conoscere Boy George prima di venir estromessi dal servizio d'ordine.

Per incontrare David Bowie il mitico, visto che alloggiavamo nello stesso hotel Hilton dove aveva prenotato un piano intero, mi feci prestare una giacca da cameriere per poter passare i gorilla alle porte dell'ascensore.

Grazie al mio aspetto, poco italiano, riuscì a filtrare anche le due virago segretarie plurilingue, per conoscerlo ed ottenere quello che tutti vogliono: un autografo. Provai anche a spiegargli dei MB ma in quel periodo The King volava ancora nella stratosfera. 

Al ritorno dal Canada volammo direttamente a Berlino per l'ennesima tv in tedesco. La sera a cena ci trovammo con un austero personaggio, quando si presentò  come Connie Plank, Antonella ebbe un sussulto.

Avevamo al nostro tavolo il responsabile del suono cult europeo appena reduce da Joy Division, Kraftwerk, Ultravox!

Fu un incontro cordialissimo dove punti di vista vennero esposti, ma con mio grande disappunto non riuscimmo a trovare un accordo per la produzione. Plank voleva produrre il nuovo album, solo uno, anche in caso di vendita enorme, ma i discografici italiani non erano d'accordo ed optavano per Roberto Colombo.

Io diedi un calcio terrificante ad Aldo sotto il tavolo, e pizzicai ferocemente Antonella per un ultimo tentativo, ma non ci fu niente da fare.

Dal mio punto di vista fu uno dei momenti in cui intuì i limiti progettuali dei MB, o le paure inconsce dello show business e le catene e pressioni produttive e ritengo, senza volerne ad alcuno e senza criticare i successi posteriori, che quella sera iniziò il declino della splendida era elettronica.

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

CURIOSITA'

Durante l'intro marcetta del concerto di Tango, sfilavamo a turno, prima i tecnici, poi noi quattro, infine Antonella da sola, poi di nuovo insieme. Il buffo era che i tecnici vestivano i nostri costumi grigi e le cravatte di gomma del BPL tour.

Altra cosa esilarante era che Aldo, spessissimo, pensando a mille cose come al suo solito, entrava scoordinato sulla scena marciando con gamba destra braccio destro, gamba sinistra braccio sinistro! e questo divenne uno dei cult del tour.

A Milano al teatro Nazionale, i due attori a commento della multivisione Cinzia e Roberto erano seduti sulle celebri sedie opera dell'architetto Alessandro Mendini. Da sole valevano più di tutte le nostre scene e strumenti!

 

 

 

 

 

 

A Rocca di Papa (Roma) ricevemmo a fine concerto la visita del reuccio, Claudio Villa. Eravamo a casa sua, anzi credo che avesse voluto lui il concerto. Fu un incontro con una leggenda dalla canzone italiana, così come l'incontro con Domenico Modugno al gala' di Montecarlo,

Entrambi ci dissero poche ma sensatissime cose, spronandoci sulla strada che loro conoscevano bene: popolarità e raffinatezza.

 

 

 

 

 

Live11.jpg (160703 byte)

L'undici aprile Giancarlo si sposò in una piccola chiesa di Bordighera. Gli regalammo un tv color portatile (costoso ed introvabile all'epoca) per seguire bene le corse sportive.

Portai una tastiera, e gli suonai oltre alla marcia nunziale, anche Firth of Fifth dei Genesis e Lucky man di Emerson Lake and Palmer.

 

 

 

Comprai per il tour una leggendaria moto BMW 100 RT, era la mia passione, e feci molti trasferimenti con questo mezzo. I tempi di un gruppo al risveglio dalla nottata, sono sempre gli stessi, mezzogiorno o giù di lì, così approfittavo dell'indipendenza per visitare questa meravigliosa Italia al mattino, e viaggiare fuori dalle autostrade durante il tour. Il gruppo era dotato di due lussuose Citroen cx Td macina chilometri e soprattutto climatizzate. 

 

 

 

 

Il 26 marzo all'accademia navale di Livorno suonammo per il giuramento dei cadetti ufficiali italiani. L'ufficiale addetto al gala, fece arrivare da Roma le statue, le colonne gli arredi di qualche kolossal sull'impero romano.

Completando il tutto con i sontuosi vestiti degli ufficiali, le alte uniformi, e le damigelle stile 900, il risultato fu che lo spettacolo non eravamo noi ma loro!

 

 

 

 

 

Suonammo ben due volte al tendone di Bussola Domani dello scomparso Bernardini luogo leggendario nella canzone italiana. 

Un concerto fummo preceduti da un recital di Walter Chiari, un po' appannato dalle tristi vicende con Enzo Tortora, che ci fece enormi complimenti e ci raccontò fantastiche  cose delle vacanze romane che lui aveva vissuto veramente in prima persona con la Katrine Hepburn e la Ava Gardner o con le bellocce di turno!

 

 

 

 

 

 

                                                                                                           

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Concerto Tango tour2.jpg (99879 byte)

Tango live Genova

 

 

 

 

 

 

 

Tv vivo.jpg (78658 byte)

 

 

 

 

 

 

 

 

Concerto Tango a Genova. 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

16 AGO PALERMO
17 AGO PETRALIA S. (PA)
19 AGO PALINURO (SA)
20 AGO P:SORRENTO (NA)
21 AGO SIGNA (FI)
22 AGO SALTO F. (LT)
23 AGO LUGNANO T. (TR)
24 AGO CARPENEDOLO (BS)
25 AGO MONTECATINI T. (LU)
26 AGO FAENZA (RA)
27 AGO SAN VINCENT (AO)
28 AGO BIONE (BS)
30 AGO VOGHERA (PV)
  1 SET PARTENZA CANADA
  2 SET TORONTO WONDERLAND
  3 SET TORONTO WONDERLAND
  4 SET TORONTO WONDERLAND
  5 SET TORONTO WONDERLAND
  9 SET VIAREGGIO (LU)
10 SET CAMPIONE (CH)
11 SET LUGANO (CH)
12 SET MARZANO (UD)
16 SET FIUGGI (FR)
18 SET ROMA
19 SE GUIDONIA (ROMA)
21 SET SOMMA V. (NA)
23 SET ABANO TERME (PD)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Hit Counter

21 LUG CAMAIORE (LU)
22 LUG FOLLONICA (GR)
23 LUG GALLO PETRIANO (PS)
24 LUG GRADO (GO)
27 LUG TARANTO
28 LUG MAGLIE (LE)
29 LUG BARI
30 LUG MONTECCHIO (RE)
31 LUG S.FELICE B. (BS)
  1 AGO BORDIGHERA (IM)
  2 AGO SPOTORNO (SV)
  3 AGO TORINO
  4 AGO LIDO CAMAIORE (LU)
  5 AGO MONTECOMPATRI (ROMA)
  6 AGO CASTELLINA CH. (SI)
  7 AGO AMASENO (FR)
  8 AGO SERRAVALLE CH. (MC)
  9 AGO LOCRI  (RC)
10 AGO TARANTO
11 AGO VILLAPIANA (CS)
12 AGO POZZALLO (RG)
13 AGO RAGUSA
14 AGO RAVANUSA RG)
15 AGO MESSINA
  5 MAG ARCENE (BG)
  7 MAG FABRIANO (AN)
  8 MAG CALITRI (AV)
15 GIU REGGELLO (FI)
16 GIUT MANTOVA
19 GIU AOSTA
22 GIU SET ALESSANDRIA
23 GIU FOSSANO (CN)
  1 LUG ARONA
  2 LUG S.SEVERINO M.(MC)
  3 LUG CONCORDIA (VE)
  7 LUG MONTE ROBERTO (AN)
  8 LUG FORLI'
  9 LUG FORNOVO (PR)
11 LUG SGONICO (TS)
14 LUG ROSETO AB. (TE)
15 LUG LUGO (RA)
16 LUG COPPARO (FE)
17 LUG ROCCA PAPA (ROMA)
20 LUG TERNI